28 Luglio 2021
blog

Guidonia 6 stupendo, show nella semifinale

LE GRANDI PARTITE
scritto da il 20-03-2021 19:47
La coreografia degli Ultras Guidonia 1937
La squadra riceve l'applauso dei tifosi dopo la partita
Una delle partite che è rimasta nel cuore della società e dei tifosi dell'Acd Guidonia è sicuramente la semifinale di andata della Coppa Italia di Promozione 2013/2014, disputata al “Comunale” di Guidonia il 19 marzo del 2014. Una vittoria per 6-3 che è entrata nella leggenda, anche grazie alla sofferenza del ritorno dove gli uomini di Insogna sono riusciti a reggere l'urto di un assalto senza timore di un paese intero a sostegno del formidabile undici di Scaricamazza che partiva con i favori del pronostico.
Avevano detto che non avrebbero fatto calcoli il Guidonia e la Valle del Tevere e così è stato quel giorno di primavera anticipata nella terra guidoniana. Le due squadre hanno fatto il loro ingresso in campo di fronte ad una coreografia da brivido degli Ultras Guidonia 1937 (la tifoseria organizzata che in quella stagione ha accompagnato ovunque i giallorossoblù, ndr), preparata fin dalle prime ore della mattinata.
Ritmi forti fin dai primi minuti di gioco e già al 5' Franceschi innescava bene la ripartenza del Guidonia lanciando sulla sinistra Manuel Vittorini che veniva steso da Nocelli appena entrato in area, nessun dubbio per il direttore di gara che concedeva il penalty e dal dischetto tutta la classe di Marinelli si tramutava nel gol con la palla da una parte (sulla sinistra del fantasista, ndr) e il portiere dall'altra. Al 12' la prima risposta della Valle del Tevere con Galassi bravo a rispondere di piede su Bartolucci a tu per tu. Ma sul capovolgimento di fronte altro affondo di Vittorini e palla all'indietro per Brunetti che con una conclusione violenta mandava la sfera in fondo al sacco per il raddoppio. Partita già chiusa? Neanche per idea. Lancio di Del Prete dalle retrovie e l'ex Giannetti andava a controllare per poi spedire la palla sotto l'incrocio dei pali. Ma quel giorno Vittorini era immarcabile e al 20' si metteva in proprio dribblando tutti fino a realizzare di precisione con un rasoterra perfetto. A seguire ancora Bartolucci provava a dare una scossa agli ospiti colpendo in pieno l'incrocio dei pali. Sul finire del primo tempo Vittorini faceva ancora male in ripartenza costringendo il portiere ad atterrarlo per il secondo rigore di giornata. Questa volta ad occuparsi della battuta era lo stesso Vittorini che infilava di precisione e potenza all'angolo basso della destra del portiere.
La Valle del Tevere entrava in campo nella ripresa con l'intenzione di cambiare la storia a questa doppia sfida ma Salvati alla prima occasione mandava alto da buona posizione. Tuttavia quando il Guidonia superava la metà campo erano dolori e al 12' Bangrazi con un pallonetto di prima intenzione per poco non puniva il numero uno ospite, colpevole di un disimpegno sbagliato con i piedi. Al 20' Mechilli saltava più in alto di testa sugli sviluppi di una punizione riaprendo i discorsi. Guidonia che tornava in attacco pressando alto e recuperando il pallone con Marinelli che lanciava Vittorini, il quale questa volta concludeva troppo centralmente. Erano le prove per il 30' quando sul lancio di Palermitano, sempre Vittorini bruciava tutti e in diagonale realizzava la quinta perla di giornata per il Guidonia. Se possibile ancora più bello il sesto gol di Franceschi: l'attaccante alzava la sfera con un pallonetto sul portiere in uscita al limite dell'area e in acrobazia trovava l'angolo impossibile. Ancora una volta su calcio piazzato arrivava il gol di Mechilli di testa sul secondo palo per il 6-3 finale.
Al termine di una battaglia nella gara di ritorno, il Guidonia guadagnava il pass per la finalissima.

video
Vittorini una star e che gol Franceschi
Il video della semifinale di andata della Coppa Italia di Promozione 2013/2014 con il 6-3 del Guidonia sulla Valle del Tevere.

Realizzazione siti web www.sitoper.it