26 Novembre 2020
blog

Da 0-4 a 4-4 con il La Rustica: la grande rimonta

LE GRANDI PARTITE
scritto da il 01-11-2020 18:51
Il gol del 4-4 di testa realizzato da Aspridis
Un contrasto di quella splendida giornata
Il La Rustica in attacco
Manuel Vittorini migliore in campo
Un altro contrasto in La Rustica-Guidonia 4-4
Avevamo visto le streghe quel giorno a Roma, in casa del La Rustica, il 17 novembre del 2013. Eravamo andati sotto di quattro reti (con un rigore sbagliato e un uomo in meno) contro una delle migliori formazioni del girone e tra i nostri tifosi c'era già chi aveva abbandonato le tribune del campo sportivo. Eppure quel forte sentimento d'identità che lega chi indossa questa maglia, quella volontà di dare il massimo sempre e comunque, ci spinse fino alla grande impresa sfiorando l'impossibile. Tutto da rivivere con le foto di Marco Innaro.
La Rustica in vantaggio al 23', sbloccando una gara in completo equilibrio, con il colpo di testa di Marco Pacetti su assist di Simone Festa, cross perfetto dalla sinistra e colpo di testa ad anticipare tutti sul primo palo per il bomber. Raddoppio sempre di Marco Pacetti con una conclusione ravvicinata. Il Guidonia si costruì la grande occasione per rientrare in partita ma Daniele Cifani vide la conclusione respinta dal palo. Dalla parte opposta penalty per i locali e gol di Tropeano per il tris con tanto di espulsione di Alessandro Ianzi. Poker di Iannuzzi ad inizio ripresa, lanciato a rete da Tropeano. Sembrava finita, il Guidonia sotto di quattro reti, con un uomo in meno e in difficoltà. Occorreva buttare il cuore oltre l'ostacolo. Il mister Insogna provò la carta Miguel Vittorini che lo ripagò subito della fiducia con un gol ribadendo in rete un'azione confusa. Ma fu la rete di Manuel Vittorini, fendente all'angolino dopo un sombrero su un difensore, a riaccendere le speranze guidoniane. Al 30' gara completamente riaperta con un altro missile all'angolino di Manuel Vittorini. Ottavio Insogna inserì un altro attaccante, Giorgio Ricci dopo l'espulsione di Di Tommasi che aveva ristabilito la parità numerica. Occasioni da una parte e dall'altra con il Guidonia completamente sbilanciato. Al 46' il cross della disperazione di Fabrizio Borghi portò Ilias Aspridis a colpire di testa per il 4-4. E un minuto dopo lo stesso Aspridis, ancora in attacco, si trovò il pallone del clamoroso successo ma Battisti salvò tutto con un prodigioso intervento.
Non dimenticheremo mai La Rustica-Guidonia 4-4 di Promozione. Grazie a tutti coloro che scesero in campo quel giorno come il portiere Galassi, i difensori Matteo Bangrazi, Greco e Luca Brunetti, Antonelli, l'attaccante Lorenzo Nati ed il fantasista Christian Marinelli.

Realizzazione siti web www.sitoper.it